Reading Time: 3 minutes

Internet per come la conosciamo, è il frutto della constante ed graduale evoluzione dei mezzi mediatici.

Il processo iniziato a metà del ‘800 con l’invenzione del telegrafo, passando per la rivoluzione delle comunicazioni radiofoniche e la capillare diffusione del telefono.

Internet nasce negli anni settanta come rete di telecomunicazioni per le forze armate statunitensi. Con il tempo poi altre piccole reti universitarie si sono fuse assieme alla rete esistente, ormai diventata tecnologicamente vecchia per un uso militare.

Internet 9La sua storia dunque è simile a quella del telegrafo e delle comunicazioni radio, rimaste per lungo tempo ad esclusivo appannaggio delle forze militari.

Oggi, milioni di persone tornano a casa dal lavoro e scaricano la posta elettronica con la stessa naturalezza con cui, poco prima, aveva controllato la cassetta delle lettere.

Ogni giorno, parte di quelle persone si connettono a siti come amazon.com e acquistano libri, videocassette, viaggi e altri oggetti preferendo i prezzi scontati del commercio elettronico al familiare ambiente di una classica libreria o di un’agenzia di viaggi.

Ci sarebbero tutte le premesse per dire che il mondo è cambiato o, quantomeno, che è nel corso di una grande trasformazione.

La gente paga le tasse sulla „rete delle reti“ e invece di comprare la carta stampata preferisce scegliersi le news tra quelle più aggiornate che il mondo dell’informazione può offrire.

“Faster, cheaper, better”: più veloce, più economico, migliore.

Così nell’immagionario collettivo, o almeno nelle parole dei media, il mondo che internet ci offre. Come spesso accade tuttavia, l’entusiamo iniziale ha forse contribuito ad esagerare il reale valore del cambiamento in atto.

In cosa la rete è diversa dalla carta stampata, dal telegrafo, dalla radio e dalla televisione? In quale modo questa nuova forma di comunicazione dovrebbe avere un impatto sulla società maggiore o addirittura migliore di quelli che l’hanno preceduta?

Le origini della rete sono le stesse di tutte le altre grandi forme di comunicazione moderne. Ma internet è diventato di uso libero e non legato a scopi militari molto più velocemente degli altri mezzi di comunicazione.

Internet 7Più veloce, ma non più globale. Infatti, solo una piccolissima parte del mondo possiede le capacità tecniche e finanziarie per accedere alla rete e ai suoi servizi.

Nel ricco occidente oramai, praticamente tutte le classi sociali possono connettersi e usufrire della rete per avere informazioni, acquistare beni e scambiare idee, ma nel resto del mondo le cose sono molto diverse.

Per questo motivo la voce della rete, ad oggi, è quasi interamente la voce dell’occidente e dell’oriente civilizzato e ricco.

Internet cambia la società perchè permette di pagare le bollette in modo più veloce? perchè stimola l’economia inventandosi nuovi e a volte inutili mercati economici e di consumo? Internet cambia la società perchè permette di lavorare e produrre di più meglio? È sufficente questo per dire che la rete cambia la società?

In realtà stiamo usando la rete come semplice estensione dei servizi che già conosciamo. Un miglioramento, un’estenzione della carta stampata, del telefono, della televisione. Più veloce e più semplice e più economico e pertanto migliore… ma internet è veramente qualcosa di nuovo e diverso?

Al momento attuale no. Siamo ancora così abituati ai vecchi media che sottosfruttiamo le potenzialità della rete e la riduciamo ad una versione elettronica di una libreria o, peggio ancora, ad una vetrina virtuale dove vendere e comprare in un modo esotico e divertente.

Stiamo usando la rete senza realmente capirne le potenzialità. Quello che di buono e di rivoluzionario internet ci porta deve ancora arrivare ed arriverà quando finalmente darà la possibilità di espressione a una fetta molto più ampia di popolazione mondiale. Lo scambio libero e non soggetto a censure di idee provenienti da tutti gli angoli del mondo, porterà finalmente nella società quella spinta evolutiva e rinnovatrice che viene da troppo tempo pubblicizzata.

Un mondo completamente unito dalla rete può essere visto come un’opportunità per una gigantesca evoluzione della società mondiale, oppure all’apposto, come il rischio di perdere identità etniche precise e portare il mondo ad una pericolosa e sterile omogeneità.

Riuscirà la rete a mantenere le sue promesse di rivoluzionare la società? difficile da dire. Certo è che al momento attuale la rete è ancora nella sua fase di crescita e per poter veramente incidere in maniera determinante sulla società e sopratutto, sul così detto villaggio globale dovremmo ancora attendere un po’ di tempo.

www.sfc.company