Negli ultimi anni chi osserva il mondo dei social network avrà notato la progressiva trasformazione…

dell’utenza di Facebook in un pubblico sempre più “adulto”: mentre agli albori era un lido privato per i più giovani, man mano il social network ha iniziato ad accogliere i profili personali di genitori e nonni. La domanda che molti si pongono, soprattutto gli azionisti di Facecook, è se l’utenza giovanile abbia trovato un nuovo approdo o sia rimasta fedele al vecchio brand.

Facebook 5L’ultimo report di comScore rivela che i “millennials” americani (dai 18 ai 34 anni) ancora preferiscono di gran lunga Facebook a tutti gli altri social network, sia in termini di penetrazione che in termini di coinvolgimento: quasi il 100% degli under 35 ha un profilo Facebook e spende in media più di 17 ore al mese sul sito.

Numeri neanche lontanamente raggiunti dai due principali competitor, secondo alcuni la nuova patria online dei più giovani: Snapchat raggiunge meno del 40% degli under 35 e li intrattiene per meno di 7 ore al mese, Instagram sta su due cellulari su tre tra i più giovani, ma foto e video non intrattengono per più di 7 ore al mese.

Ma se da un lato i dati confermano che i più giovani sono ancora iscritti a Facebook e ci spendono ancora tanto tempo, i dati sulla composizione demografica eleggono Snapchat a social “esclusivo” tra gli utenti dai 18 ai 24 anni: quasi il 50% dei suoi utenti ha infatti meno di 25 anni, il 76% ne ha meno di 35 e la popolarità tra i banchi dei college sta crescendo! La composizione di Facebook appare molto simile a quella di LinkedIn, storicamente considerato un social per i più adulti poiché legato al mondo del lavoro.

www.sfc.company